COD: LSG30 Categorie: ,

Let’s Glow – Peeling esfoliante Multiacido 22% (AHA-PHA)

50,00

Let’s Glow è il prodotto perfetto per le pelli sensibili e per chi vuole approcciarsi per la prima volta agli acidi esfolianti AHA.

Un peeling esfoliante Multiacido in gel che contiene un complesso di acidi AHA e PHA (alfa e poli idrossiacidi) alla concentrazione del 22%.

È indicato per tutti i tipi di pelle, anche quelle sensibili. Non contiene attivi fotosensibilizzanti e per questo, a dispetto di molti altri esfolianti, può essere utilizzato tutto l’anno anche nei periodi in cui ci espone al sole. Il suo mix di attivi antiossidanti, esfolianti e idratanti, esfolia e rinnova la pelle in modo delicato rivelando una pelle levigata, luminosa, turgida, idratata dalla texture e dal colorito più uniforme.

Ritroverai una pelle radiosa, luminosa e in grado di mantenere la sua naturale bellezza grazie alla sua formula unica realizzata da Beautycology®.

Contenuto della confezione e caratteristiche:

  • Un siero viso esfoliante in gel da 30 ml
  • Acido Mandelico 10%
  • Gluconolattone 10%
  • Acido Fitico 2%
  • pH 3,5 per garantire al meglio l’efficacia esfoliante degli acidi
  • Formula arricchita con Pantenolo, Arginina, Allantoina, Sodium PCA
  • Testato su Pelli Sensibili | Nickel Tested <1 PPM | Senza Profumo
  • Gender Neutral
  • Made in Italy

Acquista ora Let’s Glow, e otterrai la pelle che hai sempre sognato.

Let’s Glow è adatto alle Pelli Sensibili, è Nickel Tested <1 PPM e non contiene profumo, in modo da poter esser utilizzato anche dalle pelli più reattive.

Anche Let’s Glow segue la filosofia Gender Neutral, applicata a tutti i prodotti a marchio Beautycology® e quindi è perfetto sia per uomini che per donne.

A cosa serve | Ingredienti chiave | A chi è adatta | Come Usarla | Texture

DESCRIZIONE

Un mix al 22% di Acidi AHA e PHA sapientemente dosati per rivelare la bellezza nascosta della tua pelle.

Let’s Glow contiene acidi esfolianti a percentuali e pH tali da poter svolgere al meglio il proprio compito sulla pelle. Affinché un acido esfoliante possa svolgere effettivamente un’azione esfoliante deve essere portato a pH che ne permetta la sua penetrazione nella pelle. La formula di Let’s Glow è a un pH 3,5, il pH più basso consigliato dall’SCCS per la formulazione di cosmetici, questo pH garantisce una maggior penetrazione ed efficacia esfoliante degli attivi. Un pH maggiore avrebbe reso più blanda l’attività degli acidi anche a parità di concentrazione. Per questo, noi di Beautycology, ci teniamo a dichiarare il pH di Let’s Glow

Il pool di attivi contenuti in Let’s Glow riesce a svolgere in realtà molte attività che trovi qui riassunte:

  • Esfoliante: Acido Mandelico (10% a pH 3,5), Acido Fitico (2% a pH 3,5)
  • Antiossidante: Gluconolattone, Acido Fitico
  • Depigementante/antimacchia: Acido Fitico
  • Antirughe: Acido Mandelico, Gluconolattone
  • Seboregolatoria/antibatterica: Acido Mandelico
  • Idratante: Gluconolattone, Arginina, Sodium PCA, Pantenolo, Allantoina, Acido Mandelico
  • Promozione della riparazione cutanea: Pantenolo, Allantoina
  • Rafforzamento della Barriera Cutanea: Gluconolattone

 

A cosa serve

Let’s Glow è un gel esfoliante delicato, adatto anche alle pelli sensibili, ma molto efficace, grazie alla presenza di un complesso al 22% di Acidi AHA e PHA (Acido Mandelico, Gluconolattone e Acido Fitico). Questo mix di acidi portati a un pH 3,5 è in grado eliminare le cellule morte più superficiali della pelle, rivelando una pelle più liscia, luminosa, uniforme e con meno imperfezioni.

Grazie alla sua azione esfoliante delicata è adatto a stimolare il rinnovamento cellulare che con il passare degli anni tende a rallentare. I suoi attivi inoltre idratano la pelle rendendola più turgida, regolano la produzione di sebo, stimolano la produzione di collagene e acido ialuronico, regalando così un’attività antirughe, agiscono sui danni causati dall’esposizione solare e svolgono un’azione antiossidante, agiscono inoltre sulle macchie scure da iperpigmentazione e su quelle post-infiammatorie (es. post brufolo).

 

Ingredienti chiave

  • Acido Mandelico (10%): esfoliante della famiglia degli AHA (alfa-idrossiacidi), migliora la grana della pelle e la sua elasticità. Stimola la produzione di collagene e per questo è un ottimo antirughe, Adatto a tutti i tipi di pelle, anche quelle sensibili, non è fotosensibilizzante, per questo si può usare anche in estate. Essendo sia affine ai grassi che all’acqua è perfetto anche per le pelli miste, grasse o con tendenza acneica poiché regola la produzione di sebo e ha proprietà antibatteriche. Sebbene usato in peeling dermatologici (ad alte concentrazioni e bassissimi pH) agisce come depigmentante, alle concentrazioni e pH utilizzabili in cosmetica non ha proprietà schiarenti sulle macchie. Se cercate un ingrediente antimacchia meglio preferire l’Acido Azelaico (contenuto in Multipod Gel), l’Acido Ascorbico (contenuto in C-Boost) o la Retinaldeide allo 0,1% (contenuta in Retinal Bomb).
  • Gluconolattone (10%): è un PHA (poli-idrossiacido). Ottimo antiossidante, stimola la produzione di collagene e acido ialuronico. Per questo è un perfetto attivo antirughe e agisce sui danni solari da fotodanneggiamento. Adatto anche alle pelli ultrasensibili, è un ottimo idratante e migliora la cheratinizzazione della pelle. Rafforza la barriera cutanea e al 10% ha dimostrato nelle ricerche scientifiche di essere perfetto per le pelli soggette a psoriasi, eczema o rosacea. Già all’8% è in grado di calmare gli eritemi. Riduce le irritazioni date dall’uso di Acidi Esfolianti AHA.
  • Acido Fitico (2%): è il più delicato tra gli AHA. Ottimo antiossidante e chelante, esfolia leggerissimamente la pelle e al 2% riesce ad agire sulle macchie cutanee iperpigmentate, anche quelle di natura post-infiammatoria (es. macchie post brufolo).
  • Arginina: amminoacido essenziale contenuto naturalmente nell’NMF (Fattore Naturale di Idratazione) e quindi nel film idrolipidico della pelle. Idratante, condizionante e probabilmente anti-age. Quando utilizzato in combinata con Acidi esfolianti rende quest’ultimi più delicati sulla pelle e dunque riduce il rischio di irritazione o sensibilizzazione.
  • Pantenolo (provitamina B5): aiuta la pelle a rigenerarsi e a ripararsi, migliora la funzione barriera, idratante e lenitivo.
  • Allantoina: idratante, promuove il turnover cellulare esfoliando delicatamente, toglie i rossori e promuove la riparazione della pelle.
  • Sodium PCA: sale del PCA, uno dei maggiori costituenti dell’NMF, aiuta a ricreare la naturale barriera della pelle, rendendo la pelle idratata ed elastica.
  • L’alcol: alleggerisce la texture rendendola non appiccicosa e fresca, poiché evapora immediatamente durante l’applicazione; agisce inoltre da penetration enhancer per gli acidi contenuti nella formula, favorendone la penetrazione e l’attività. La sua presenza è bilanciata in modo sapiente nella formula che si è infatti dimostrata adatta anche alle pelli sensibili in test di laboratorio effettuati sotto controllo dermatologico.

 

A chi è adatto

È un valido alleato per chiunque voglia approcciare per la prima volta il mondo degli esfolianti o avendo una pelle sensibile ha paura a utilizzare esfolianti o peeling più aggressivi come quelli che contengono Acido Glicolico. Non contenendo attivi fotosensibilizzanti Let’s Glow rappresenta il corretto esfoliante da utilizzare anche nel periodo estivo, quando è bene sospendere l’esfoliazione con esfolianti fotosensibilizzanti come l’Acido Glicolico.

Particolarmente indicato per pelli spente, secche, ispessite o con rugosità, ma anche con impurità o grana o colorito disomogeneo.

È un prodotto unisex, adatto quindi sia agli uomini che alle donne, perché per noi la Skincare dovrebbe essere sempre Gender Neutral

 

Come usarlo

Applica Let’s Glow su pelle detersa una volta al giorno, a seconda della tollerabilità della tua pelle è possibile utilizzarlo fino a due volte al giorno.

Nel primo periodo di utilizzo ti consigliamo prima di inserire Let’s Glow lentamente nella tua Routine, applicandolo una volta al giorno a giorni alterni per almeno 1-2 settimane, per poi passare a un utilizzo giornaliero, una sola volta al giorno e solo se tollerato dopo 1- 2 settimane passare, se si vuole, a un utilizzo mattina e sera giornaliero. La cosa importante è imparare ad ascoltare la propria pelle, cominciare per gradi, andare piano e fermarsi quando si avverte che si sta forzando un po’ troppo la mano. Meglio, nel caso, rallentare e tornare a una frequenza di utilizzo minore.

Sebbene non contenga attivi fotosensibilizzanti e quindi possa essere utilizzato anche nei periodi in cui ci si espone al sole, ti consigliamo di utilizzare comunque ogni giorno una protezione solare quando ti esponi al sole.

 

Texture

La sua texture è in gel dalla colorazione verde.

Si adatta perfettamente a tutti i tipi di pelle, ed è adatto anche alle pelli sensibili dato che dermatologicamente testato su pelli sensibili.

 

Lista ingredienti

In questa sezione puoi trovare la lista completa degli ingredienti utilizzati per la realizzazione di Retinal Bomb e un’utile sintesi della loro funzione.

Cliccando su uno dei link che trovi nel testo, accederai ad un approfondimento specifico. Vogliamo che tu possa essere un consumatore consapevole.

Ingredients:

Aqua [Water], Propanediol (penetration enhancer), Gluconolactone 10% (PHA, antiossidante, stimola la produzione di collagene e acido ialuronico, idratante, migliora la cheratinizzazione della pelle, rafforza la barriera cutanea, calma gli eritemi, riduce il rischio di irritazione collegato all’uso di acidi esfolianti), Mandelic Acid 10% (AHA, esfoliante, migliora la grana della pelle e la sua elasticità, adatto alle pelli sensibili, regola la produzione di sebo, antibatterico), Arginine (amminoacido essenziale presente nell’NMF, idratante, riduce il rischio di irritazione collegato all’uso di acidi esfolianti), Alcohol (penetration enhancer), Sodium Phytate 2% (sale dell’acido fitico che nella formula si trasforma in Acido Fitico, il più delicato degli AHA, antiossidante chelante, al 2% agisce sulle macchie scure), Panthenol (aiuta la pelle a rigenerarsi e a ripararsi, migliora la funzione barriera, idratante e lenitivo), Allantoin (Idratante, promuove il turnover cellulare, disarrossante, cicatrizzante),  Sodium PCA (ripristina la barriera cutanea, idratante), Sodium Polyacrilate (gelidificante), Xanthan Gum (viscosizzante), Sodium Benzoate (conservante), Potassium Sorbate (conservante), CI 19140 [Yellow 5] (colorante giallo), CI 42090 [Blue 1] (colorante blu).

Aqua [Water], Propanediol, Gluconolactone, Mandelic Acid, Arginine, Alcohol, Sodium Phytate, Panthenol, Allantoin, Sodium PCA, Sodium Polyacrilate, Xanthan Gum, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, CI 19140 [Yellow 5], CI 42090 [Blue 1].

 

Profumazione

Non contiene profumi. L’odore che senti è quello degli ingredienti che lo compongono.

 

Test e principi di formulazione

  • Dermatologicamente Testato su Pelli Sensibili | Nickel Tested <1 PPM | | Senza Profumo | Formulato per ridurre il rischio di allergie.Sostanze attive inserite nel prodotto nella dose ottimale raccomandata per far sì che possano espletare al meglio la loro funzione.

    Informazione per i vegani e vegetariani: Let’s Glow non contiene ingredienti di origine animale. Sia gli ingredienti cosmetici che il prodotto finito non sono testati sugli animali, come richiesto dalle leggi Europee sulla cosmetica.

Packaging e conservazione

Let’s Glow è un siero inserito in un pratico flacone airless da 30 ml bianco coprente, per preservare al meglio la sua formula.
Un pump di prodotto eroga circa 0,3 ml.

Conservare in luogo fresco e asciutto, lontano dalle fonti di calore. Utilizza il prodotto entro 12 mesi dall’apertura (PAO 12 M).

 

Ricerche scientifiche a supporto

Acido Mandelico

  • Jacobs, Stanley & Culbertson, Eric. (2018). Effects of Topical Mandelic Acid Treatment on Facial Skin Viscoelasticity. Facial Plastic Surgery. 34. 10.1055/s-0038-1676048.
  • Wójcik, Aneta & Kubiak, Marlena & Rotsztejn, Helena. (2013). Influence of azelaic and mandelic acid peels on sebum secretion in ageing women. Postepy dermatologii i alergologii. 30. 140-145. 10.5114/pdia.2013.35614.
  • Gentili, Giulia & Perugini, Paola & Bugliaro, Stefano & D’Antonio, Camilla. (2022). Efficacy and safety of a new peeling formulated with a pool of PHAs for the treatment of all skin types, even sensitive. Journal of Cosmetic Dermatology. 22. 10.1111/jocd.15215.
  • Edison, Brenda & Smith, Heather & Li, Wen-Hwa & Parsa, Ramine & Green, Barbara & Konish, Peter & Dufort, Marisa & Tierney, Neena. (2020). 18295 Mandelic acid, a lipophilic alpha hydroxy acid, reduces lipid production, enhances exfoliation and provides clinical and patient perceivable benefits to oily and photodamaged skin. Journal of the American Academy of Dermatology. 83. AB97. 10.1016/j.jaad.2020.06.474.
  • Narda, Mridvika & Trullas, Carles & Brown, Anthony & Piquero-Casals, Jaime & Granger, Corinne & Fabbrocini, Gabriella. (2020). Glycolic acid adjusted to pH 4 stimulates collagen production and epidermal renewal without affecting levels of proinflammatory TNF‐alpha in human skin explants. Journal of Cosmetic Dermatology. 20. 10.1111/jocd.13570.

Gluconolattone

  • Hunt, Michelle & Barnetson, Ross. (1992). A comparative study of gluconolactone versus benzoyl peroxide in the treatment of acne. The Australasian journal of dermatology. 33. 131-4. 10.1111/j.1440-0960.1992.tb00100.x.
  • Kantikosum, Kornphaka & Chongpison, Yuda & Chottawornsak, Natcha & Asawanonda, Pravit. (2019). The efficacy of glycolic acid, salicylic acid, gluconolactone, and licochalcone A combined with 0.1% adapalene vs adapalene monotherapy in mild-to-moderate acne vulgaris: a double-blinded within-person comparative study. Clinical, Cosmetic and Investigational Dermatology. Volume 12. 151-161. 10.2147/CCID.S193730.
  • Yu, Ruey & Scott, Eugene. (2004). Alpha-hydroxyacids and carboxylic acids. Journal of cosmetic dermatology. 3. 76-87. 10.1111/j.1473-2130.2004.00059.x.
  • Green, Barbara & Yu, Ruey & Scott, Eugene. (2009). Clinical and Cosmeceutical uses oh hydroxyacids. Clinics in dermatology. 27. 495-501. 10.1016/j.clindermatol.2009.06.023.
  • Kornhauser, Andrija & Coelho, Sergio & Hearing, Vincent. (2010). Applications of hydroxy acids: Classification, mechanisms, and photoactivity. Clinical, cosmetic and investigational dermatology. 3. 135-42. 10.2147/CCID.S9042.
  • Draelos, Zoe & Green, Barbara & Edison, Brenda. (2006). An evaluation of a polyhydroxy acid skin care regimen in combination with azelaic acid 15% gel in rosacea patients. Journal of cosmetic dermatology. 5. 23-9. 10.1111/j.1473-2165.2006.00219.x.

Acido Fitico

  • Gardoni, B.L.K. & Sato, M.E.O. & Pontarolo, Roberto & Noronha, Leandro & Reichert, A. & Serafini, S.Z.. (2004). Morphological and clinical evaluation of phytic acid and hydroquinone as depigmentation agents. 23. 297-303.
  • Babbush, Kayla & Babbush, Remy & Khachemoune, Amor. (2020). Treatment of melasma: a review of less commonly used antioxidants. International Journal of Dermatology. 60. 10.1111/ijd.15133.
  • Graf, Ernst & Eaton, John. (1990). Antioxidant Functions of Phytic Acid. Free radical biology & medicine. 8. 61-9. 10.1016/0891-5849(90)90146-A.
  • Khemis, Abdallah & Cabou, Jerome & Dubois, Jacques & Ortonne, Jean-Paul. (2011). A randomized controlled study to evaluate the depigmenting activity of L-ascorbic acid plus phytic acid-serum vs. placebo on solar lentigines. Journal of cosmetic dermatology. 10. 266-72. 10.1111/j.1473-2165.2011.00588.x.
  • Ahn, Hee & Kim, Jung-Hyung & Yook, H.S. & Byun, M.W.. (2006). Irradiation Effects on Free Radical Scavenging and Antioxidant Activity of Phytic Acid. Journal of Food Science. 68. 2221 – 2224. 10.1111/j.1365-2621.2003.tb05750.x.
  • Graf, E., Empson, K. L., & Eaton, J. W. (1987). Phytic acid. A natural antioxidant. The Journal of biological chemistry, 262(24), 11647–11650.
  • Will Phytic Acid Replace Hydroquinone? Romulo Mene, MD. Plastic Surgeon – Rio de Janeiro – Brazil 3º CONGRESSO NAZIONALE DI MEDICINA ESTETICA. MILANO 12 / 13 14 OTTOBRE 2001
  • Houshmand E. B. (2021). Effect of glycolic acid, phytic acid, soothing complex containing Emulsion on Hyperpigmentation and skin luminosity: A clinical evaluation. Journal of cosmetic dermatology, 20(3), 776–780. https://doi.org/10.1111/jocd.13950
  • Sarkar, R., Garg, V., Bansal, S., Sethi, S., & Gupta, C. (2016). Comparative Evaluation of Efficacy and Tolerability of Glycolic Acid, Salicylic Mandelic Acid, and Phytic Acid Combination Peels in Melasma. Dermatologic surgery : official publication for American Society for Dermatologic Surgery [et al.], 42(3), 384–391. https://doi.org/10.1097/DSS.0000000000000642
  • Sahar Al-Mokadem, Ola Al-Aasser, Amani Nassar and Eman A. Al-Sharkawy. Easy phytic peel as a therapeutic agent in acne vulgaris and melasma.The Egyptian Society of Dermatology and Venereal Diseases. 2013, 33:6–11  DOI: 10.7123/01.EJDV.0000430805.40547.ba

Allantoina

  • Scheinfeld N. S. (2010). Urea: a review of scientific and clinical data. Skinmed, 8(2), 102–106. Agner T (ed): Skin Barrier Function. Curr Probl Dermatol. Basel, Karger, 2016, vol 49, pp 1-7. doi: 10.1159/000441539
  • Kapuscinska, Alicja & Nowak, Izabela. (2014). The use of urea and its derivatives in the cosmetics industry. Chemik. 68. 91-96.

NMF

  • Joseph Fowler, MD, FAAD. Understanding the Role of Natural Moisturizing Factor in Skin Hydration.July 2012
    Koppes SA, Kemperman P, Van Tilburg I, et al. Determination of natural moisturizing factors in the skin: Raman microspectroscopy versus HPLC. Biomarkers. 2017;22(6):502-507. doi:10.1080/1354750X.2016.1256428
  • Engebretsen KA, Kezic S, Jakasa I, et al. Effect of atopic skin stressors on natural moisturizing factors and cytokines in healthy adult epidermis. Br J Dermatol. 2018;179(3):679-688. doi:10.1111/bjd.16487
  • Nouwen AEM, Karadavut D, Pasmans SGMA, et al. Natural moisturizing factor as a clinical marker in atopic dermatitis. Allergy. 2020;75(1):188-190. doi:10.1111/all.13942
  • Watabe A, Sugawara T, Kikuchi K, Yamasaki K, Sakai S, Aiba S. Sweat constitutes several natural moisturizing factors, lactate, urea, sodium, and potassium. J Dermatol Sci. 2013;72(2):177-182. doi:10.1016/j.jdermsci.2013.06.005

Sodium PCA

  • Safety Assessment of PCA (2-Pyrrolidone-5-Carboxylic Acid) and Its Salts as Used in Cosmetics. 2019
  • Final Safety Assessment for PCA and Sodium PCA. F. Alan AndersenFirst Published March 1, 1999 Research Article

Alcol

  • Azim, Syed & Juergens, Craig & Mclaws, ML. (2016). An average hand hygiene day for nurses and physicians: The burden is not equal. American Journal of Infection Control. 44. 10.1016/j.ajic.2016.02.006.
  • Cartner, Todd & Brand, Nicolas & Tian, Kegui & Saud, Abel & Carr, Tom & Stapelton, Paul & Lane, Majella & Rawlings, Anthony. (2016). Effect of different alcohols on stratum corneum kallikrein 5 and phospholipase A 2 together with epidermal keratinocytes and skin irritation. International Journal of Cosmetic Science. 39. 10.1111/ics.12364.
  • Löffler, Harald & Kampf, Günter. (2008). Hand disinfection: How irritant are alcohols?. The Journal of hospital infection. 70 Suppl 1. 44-8. 10.1016/S0195-6701(08)60010-9.
  • Kramer, Axel & Bernig, Toralf & Kampf, Günter. (2002). Clinical double-blind trial on the dermal tolerance and user acceptability of six alcohol-based hand disinfectants for hygienic hand disinfection. The Journal of hospital infection. 51. 114-20. 10.1053/jhin.2002.1223.
  • Kampf, G., Wigger-Alberti, W., Schoder, V., & Wilhelm, K. P. (2005). Emollients in a propanol-based hand rub can significantly decrease irritant contact dermatitis. Contact dermatitis53(6), 344–349. https://doi.org/10.1111/j.0105-1873.2005.00727.x
  • Boyce, John & Kelliher, Susan & Vallande, Nancy. (2000). Skin Irritation and Dryness Associated With Two Hand‐Hygiene Regimens: Soap‐and‐Water Hand Washing Versus Hand Antisepsis With an Alcoholic Hand Gel •. Infection control and hospital epidemiology : the official journal of the Society of Hospital Epidemiologists of America. 21. 442-8. 10.1086/501785.
  • Winnefeld, M., Richard, M. A., Drancourt, M., & Grob, J. J. (2000). Skin tolerance and effectiveness of two hand decontamination procedures in everyday hospital use. The British journal of dermatology143(3), 546–550. https://doi.org/10.1111/j.1365-2133.2000.03708.x
  • Pendlington, R. & Whittle, E & Robinson, JA & Howes, D. (2001). Fate of ethanol topically applied to skin. Food and chemical toxicology : an international journal published for the British Industrial Biological Research Association. 39. 169-74. 10.1016/S0278-6915(00)00120-4.

     

    Recensioni

    Recensisci per primo “Let’s Glow – Peeling esfoliante Multiacido 22% (AHA-PHA)”
    Prodotti gender neutral